SCARCELLE PUGLIESI CON POCHI ZUCCHERI

da | Apr 9, 2020 | Dolci, Ricette | 0 commenti

Preparazione:

Difficoltà:

Dosi per:

Ingredienti:

Print Friendly, PDF & Email
Un ricordo della mia infanzia. In Puglia non è Pasqua senza le scarcelle, uno dei dolci più classici di questo periodo. La mia nonna me le preparava sempre.
Per chi non le conoscesse le scarcelle sono dei dolci fatti in ingredienti poveri e semplici come uova, farina, latte e olio che danno vita ad una pasta frolla speciale alle diverse forme. Coniglietti, cestini, colombe prendono vita sulle nostre tavole, decorati con glassa di albume e zucchero. Spesso nel centro della scarcella viene inserito un uovo sodo.  Oggi voglio proporvi la mia versione delle scarcelle. Le scarcelle della nutrizionista! Non voglio profanare le ricette tradizionali, ma mi piace sperimentare e rendere più sane e leggere anche le ricette classiche. Quindi vi sfido! Ah ah ah insieme alle scarcelle tradizionali preparatene alcune light, aspetto le vostre versioni. 
Vediamo la ricetta
INGREDIENTI:
100gr farina tipo 0
100gr farina di farro
60gr zucchero di canna integrale
40gr di olio extravergine d’oliva
1 tuorlo
40gr di latte (io ho usato un latte vegetale)
Un cucchiaino di lievito per dolci
Buccia di un limone grattugiato
Per la glassa:
1 Albume montato a neve
70gr Zucchero a velo
1 cucchiaino di succo di limone
PROCEDIMENTO:
Create una montagnetta con la farina, il lievito e lo zucchero, formate un buco al centro. Aggiungete il tuorlo, il latte e la buccia di limone grattugiata.
Iniziate ad amalgamare con le mani aggiungendo l’olio poco per volta. Impastate bene tutti gli ingredienti fino a formare una pallina. Fate riposare in frigorifero per 30 minuti.
Create le forme che vi piacciono di più ed infornate in forno preriscaldato statico a 180° per 20-25 minuti.
Preparate la glassa montando a neve l’albume e incorporate piano piano lo zucchero con la frusta o con la spatola, poi aggiungete il succo di limone.
Terminata la cottura, fate raffreddare e spennellate con la glassa. Lasciare indurire la glassa per almeno 2-3 ore.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp Chat WhatsApp